3 Giorni medie: "A che servo se non servo?"

11-12-13 febbraio 2018

“Scegli il tuo cammino e mettici il cuore, perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancor prima di partire!”
Il cammino è stato scelto: Padova, Venezia, Verona. Il cuore è stato portato dall’inizio alla fine, rendendolo colmo di esperienze, amore e gioia.
I ragazzi delle medie dei vicariati di Tirano e Grosio hanno deciso di mettersi in viaggio nei tre giorni di carnevale, 11, 12 e 13 febbraio. Accompagnati da don Nicola, don Flavio, suor Maura e alcune catechiste e animatori, i giovani viandanti si sono lasciati condurre lungo il percorso della fede e attraverso le strade di tre città tanto diverse quanto uniche.

Domenica mattina, con pullman e furgone, i 50 partecipanti all’esperienza si sono mossi dalla Valtellina verso la città di Padova, dove in mattinata hanno potuto visitare la basilica dedicata a Sant’Antonio: un’imponente e maestosa chiesa che sorge al centro della città e che ospita i resti del santo, tra i quali vi è anche la reliquia della lingua, poiché egli è ricordato per la sua predicazione del Vangelo. Dopo la pausa pranzo, il gruppo si è spostato nella struttura dell’OPSA (Opera della Provvidenza di Sant’Antonio). Qui ciascuno ha potuto vivere un’esperienza forte e toccante, mettendo alla prova la sua misura della carità. Il servizio svolto tra le mura di questa “casa accoglienza” è davvero notevole e il coraggio dei volontari, che donano gratuitamente del tempo agli ospiti che ci vivono, ha colpito tutti. All’interno della struttura, che copre circa 22.000 m3 di superficie, è situata anche una piccola chiesa moderna, dove i ragazzi hanno celebrato l’Eucaristia, incontrando Gesù non solo negli altri, ma anche nel Pane e nella Parola.
Nella giornata di lunedì, invece, la comitiva ha visitato la città di Venezia, abbinando alla spiritualità anche il divertimento. In mattinata, infatti, ha assistito ad una dimostrazione della lavorazione del vetro di Murano, mentre nel pomeriggio ha potuto far visita al centro storico, tra cui anche la basilica di San Marco. Gli spostamenti, ovviamente, sono avvenuti tramite traghetti e a piedi, poiché la città non offre alternative. Malauguratamente, nel pomeriggio il cielo si è coperto e il vento, l’umidità e il freddo hanno avuto la meglio: i poveri pellegrini hanno dovuto affrontare quasi un’ora di strada a piedi sotto la pioggia. Rientrati in hotel, tuttavia, li aspettava una doccia calda e una cena condivisa. In serata, poi, il gruppo ha potuto dilettarsi nel gioco, in allegria e in compagnia.
La mattinata di martedì è cominciata con lo spostamento verso Verona, una città dalle mille opportunità. Appena arrivati, i giovani hanno visitato la basilica di San Zeno, situata poco lontana dal centro, caratteristica per il suo stile romanico e per la sua sobria solennità. Subito dopo si sono spostati in piazza dell’Arena e sono entrati nell’enorme anfiteatro romano, dove hanno percorso il suo perimetro a piedi e dove hanno scattato qualche foto ricordo. A seguire, ognuno ha pranzato in zona e ha visitato alcuni luoghi simbolo come il balcone di Romeo e Giulietta. Nel primo pomeriggio è, poi, stato tempo di riprendere il viaggio verso casa.
Durante le tre giornate, fatte di passi fisici e spirituali, i ragazzi hanno portato con loro un “benda”, simbolo delle ferite dei lebbrosi guariti da Gesù. Su essa, ogni giorno, hanno annotato una parola che descrivesse l’esperienza vissuta: dal “servizio” alla “carità”, dalla “gioia” allo “stupore”, dal “prendersi cura” allo “spezzare”.
Al termine di questa esperienza i chilometri percorsi camminando sono stati circa 22 e i passi fatti più di 37.000, ma ciò che più conta sono le orme della fede tracciate.
I passi più importanti sono stati quelli compiuti verso gli altri, per aiutare e servire i fratelli perché, in fondo, a che servo se non servo?

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle