Ciamà l'érba

04.03.2018

“Si decide in fretta di essere amici, ma l’amicizia è un frutto che cresce lentamente”.
Sono l’amicizia e la cura delle tradizioni i motori che hanno spinto l’evento del “Ciamà l’erba”, organizzato dalla Confraternita di S. Eufemia, tenutosi domenica 4 marzo. Sentimenti che nascono e crescono lentamente, come i fili di erba che, nei prossimi mesi di primavera, spunteranno in silenzio nei prati tellini. La manifestazione, ormai radicata nella cultura e nella storia tellina, ha come scopo quello di risvegliare la natura addormentata sotto il manto invernale, affinché si apra alla nuova stagione primaverile.

Il pomeriggio di festa ha preso avvio alle ore 15.30 da differenti zone del paese: un gruppo è partito da via Roma, mentre l’altro da via Tudori. Alle ore 16.00 i cosiddetti “sampugné” si sono incontrati tutti di fronte alla casa di riposo “Sant’Orsola”, dove hanno anche fatto visita agli anziani lì ospitati. Il corteo è, poi, proseguito lungo tutte le vie di Teglio, percorrendo la strada che costeggia il campo sportivo, facendo sosta nel giardino dell’arciprete e passando per la zona delle “Piatte”.
Grandi e piccoli, giovani e anziani, hanno fatto echeggiare per il paese il suono di campane e campanacci. Dalle finestre e dai balconi i concittadini si affacciavano stupiti e sorridenti. Qualcuno, lungo il tragitto, ha persino deciso di aggregarsi.
Ad ogni sosta, il gruppo si fermava e gridava in coro: «Lìmosna ai sampugné», che nel dialetto locale significa “elemosina ai suonatori”. In passato, infatti, veniva loro donata qualche ricompensa in natura, a ringraziamento del fatto che avessero risvegliato l’erba dei campi. Bisogna, infatti, considerare che l’attività richiede un notevole sforzo fisico, reso tuttavia piacevole dalla compagnia e dall’amicizia che lega i partecipanti.
Il pomeriggio di festa si è concluso presso il salone dell’oratorio, dove era stato preparato un “marìndin”, ossia una semplice ma ricca merenda a base di pane, formaggio e qualche dolce. In questo clima di allegria e condivisione i presenti si sono salutati, dandosi appuntamento al sabato successivo per la tipica “scéna de macarun”, la cena comunitaria che diventerà occasione per ritrovarsi nuovamente e per trascorrere ancora del tempo in semplicità e gioia.
In un pomeriggio di fine inverno, durante il quale il sole è rimasto alto nel cielo e ha reso il clima decisamente piacevole, passato e presente si sono incontrati, per far rivivere tradizioni del sapore antico ma dal gusto sempre nuovo.

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle