GALLERIA

PASQUA

DI

RISURREZIONE

01.04.2018

Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. (Gv 20, 4)

Come quei due discepoli, anche noi oggi corriamo al sepolcro per vedere dove ti hanno posto Signore, convinti di trovarti lì. E anche oggi, come allora, qualcuno corre più veloce e qualcuno meno, ma, al momento di entrare, il discepolo più giovane osserva solamente quello che sembra il luogo di un furto e non vi entra; è quello più anziano ad avanzare per primo e a vedere i teli e il sudario. Anche ai nostri giorni c’è ancora qualcuno che sembra essere restio alla novità della Risurrezione, qualcuno che non crede finché non vede. Aiutaci, Gesù a credere tutte le volte che ci sembra di non vederti!

Nel giorno di domenica 1 Aprile, i cristiani sparsi nel mondo hanno celebrato la Pasqua del loro Signore. Anche a Teglio, fedeli del posto e non, si sono radunati per festeggiare la Risurrezione di Gesù. Qualcuno reduce della sera prima, qualcun altro fresco di mattino: tutti sono accorsi al luogo della sepoltura. Con passo veloce, di primo mattino, donne e uomini sono tornati nel luogo dove solamente due giorni prima Gesù era morto.

Convinti di trovarlo ancora lì, avvolto nel sudario, sono giunti alla Collegiata di Sant’Eufemia per vivere

la solenne celebrazione Eucaristica.
La processione d’ingresso, svoltasi dal fondo della chiesa, con chierichetti, confraternita e celebrante, ha dato inizio alla liturgia Pasquale. Dopo la proclamazione della Parola e della Sequenza Pasquale, don Flavio ha commentato il passo di Vangelo.
Dopo i riti di offertorio, l’arciprete ha nuovamente spezzato il pane, come la sera della cena del Signore, e lo ha distribuito ai fedeli convenuti, durante la comunione Eucaristica. Al termine, su ciascuno dei presenti è stata impartita la solenne benedizione, con l’invito a portare a tutti l’annuncio della risurrezione del Signore.
Durante il canto finale, intonato dal coretto dei bambini e dei ragazzi dell’oratorio, la collegiata si è svuotata, proprio come il sepolcro di Gerusalemme: ciascuno è chiamato a far rotolare dal suo cuore la pietra che lo occlude e ad uscire dal luogo della morte per diventare testimone di Vita.


Finalmente lo sappiamo: Signore sei risorto! Avevamo chiuso le porte del nostro cuore alla Speranza, avevamo serrato i nostri occhi alla Luce. Ci eravamo sbagliati su di Te, tu non sei il Dio della morte, tu sei il Dio della vita! Hai riscritto la storia dell’umanità, cambiando la conclusione della storia. Hai riscritto, di nuovo, il nostro finale. E noi vogliamo portare al mondo la gioia della tua Pasqua, la gioia di chi sa di essere amato per l’eternità.

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle