Settimana

Santa

Galleria

Giovedì Santo

Messa in Coena Domini

18.04.2019

“Il gusto e il tatto: il Pane Eucaristico e la lavanda dei piedi.”
Nel giorno del Giovedì Santo la Chiesa sparsa nel mondo fa memoria dell’Ultima Cena, durante la quale furono istituiti il sacramento dell’Eucaristia e dell’Ordine Sacerdotale. In questa giornata vengono messi in rilievo in modo particolare due dei cinque sensi umani: il gusto e il tatto.
L’Ultima Cena del Signore doveva avere un sapore piuttosto amaro, non solamente per il cibo condiviso a base di erbe amare e pani azzimi, tipici della Pasqua ebraica, ma soprattutto per il clima di tensione palpabile. Il Figlio di Dio sapeva che uno dei suoi lo avrebbe tradito e gli apostoli, insicuri, iniziarono ad interrogarsi sul loro rapporto con il Maestro. Nessuno era più sicuro di nulla e persino Pietro, il capo del gruppo, non trovava il coraggio di domandare a Gesù: «Signore, chi ti tradisce?». Fu una cena di amarezza, di preoccupazione e di domande senza risposta, ma ad alleggerire il clima ci pensò proprio Colui che sapeva di andare incontro alla morte. Egli offrì ai suoi amici un Pane che sarebbe durato per la vita eterna, condivise con loro un cibo dal sapore nuovo: quello di un sacrificio d’amore.
Gesù, poi, compì un altro gesto, per ricordare ai discepoli di allora e a tutti i cristiani di oggi che il loro compito è quello di servire i fratelli. Il Maestro, al termine della cena, si cinse i fianchi e con le sue mani cominciò a lavare i piedi dei commensali. Le mani del Figlio di Dio toccarono i piedi di Pietro, quelli del discepolo amato e persino quelli del suo traditore: Egli non fece distinzione e, umilmente, si mise in ginocchio dinnanzi a ciascuno, amandolo fino alla fine.


Oggi, come ogni anno, la Chiesa ricorda e rivive la Coena Domini, per rammentare a ciascuno che i gesti compiuti dal Signore 2000 anni fa devono costantemente essere ripetuti, poiché ognuno è chiamato ogni giorno a mettersi a disposizione dei fratelli, “spezzando” la sua vita e servendo i fratelli.
Anche la comunità di Teglio ha celebrato questo giorno importante radunandosi per l’Eucaristia delle ore 20.30. Durante la celebrazione sono stati presentati l’olio dei Catecumeni, quello degli Infermi e il Sacro Crisma benedetti in mattinata dal Vescovo Oscar in cattedrale a Como, ed è stata fatta memoria dell’Istituzione dell’Eucaristia e dell’Ordine Sacerdotale tramite la liturgia del Pane e del Vino e il gesto della lavanda dei piedi.
Questa giornata ha aperto il Triduo Pasquale e ha introdotto i fedeli nel vivo della Passione del Signore, indicando loro la miglior via per utilizzare i doni del tatto e del gusto: occorre nutrirsi al banchetto del Corpo di Cristo per essere in grado di utilizzare mani e piedi a servizio dei fratelli.

SS - 2.jpg
freccia indietro bianca.jpg
SS - 3.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Social

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle