Rogazioni

di S. Marco

25.04.2019

“Quando uomini e montagne si incontrano, grandi cose accadono”.
Uomini e montagna si sono incontrati nella giornata di giovedì 25 aprile, quando, in concomitanza con le celebrazioni per la festa della liberazione italiana, come da antica consuetudine, a Teglio, si sono svolte le rogazioni di San Marco.
Il termine “rogazione” deriva dal latino “rogatio” che significa preghiera ed in particolare consiste in un’invocazione a Dio affinché il raccolto sia propizio. Questo, quindi, è stato il significato ultimo della processione tenutasi e che ha visto un gruppo raccolto di fedeli attraversare il paese durante la mattinata. Partendo dalla collegiata di Sant’Eufemia, i presenti hanno fatto tappa prima a San Martino, dove si è celebrata la Santa Messa, poi a San Silvestro, per giungere infine alla chiesetta di San Pietro, sempre accompagnati da preghiere e litanie. Durante il percorso, inoltre, le contrade del paese hanno offerto ai pellegrini il tradizionale “toc”, ovvero del pane di segale, benedetto al termine della Celebrazione Eucaristica e a conclusione dell’intera processione.
Come ogni anno le rogazioni di San Marco hanno rappresentano un momento d’incontro tra le varie parti del paese, unite per pregare all’unisono il Signore, affinché Egli guardi propizio al territorio tellino.

freccia indietro bianca.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle