Settimana

Santa

Galleria

Sabato Santo

Veglia Pasquale

20.04.2019

“La vista e l’olfatto: il sepolcro vuoto e il profumo della Risurrezione.”
Il giorno dopo la morte del Signore le donne si recarono al sepolcro, portando con sé oli aromatici. Credevano di poter cospargere il corpo del Maestro per farlo profumare di vita, celando l’odore di morte che pensavano venisse emanato dal corpo di Gesù, ma ancora non sapevano quale fosse il vero dolce profumo della Risurrezione. Le tre donne rimasero senza parole quando videro che la pietra davanti alla tomba era stata fatta rotolare via. Davvero non potevano credere ai loro occhi. Eppure, la vista non le ingannava: Gesù non era lì. Quel sudario e quelle vesti deposte con cura non facevano certo pensare ad un furto, anzi erano segno di un luogo di pace, in cui la fretta non poteva trovare spazio. Le donne videro e credettero, intuirono il profumo della vita e furono certe che lì si era compiuto il mistero della Risurrezione. Anche oggi, ciascuno è chiamato ad andare nuovamente al sepolcro per vedere e annusare la Vita vera.
Nella Notte Santa di sabato 20 aprile, notte in cui la Luce ha trionfato sulle tenebre, i cristiani sparsi nel mondo sono stati richiamati a Cristo.
A Teglio, la Celebrazione in Resurrectione Domini è stata vissuta alle ore 21.00, con la partecipazione di molti fedeli accorsi per vedere da vicino la novità della Salvezza. La liturgia ha preso avvio sul sagrato della chiesa, dove è stato benedetto il fuoco che ha alimentato la fiamma del nuovo Cero Pasquale. A seguire, la folla si è spostata all’interno della collegiata dove è stato annunciato il Preconio Pasquale, è stata rivissuta la storia della salvezza dell’umanità nella Liturgia della Parola e dove è stato proclamato il canto del Gloria, accompagnato dal suono di campane e campanelli. Al termine dell’omelia, si è tenuta la liturgia Battesimale, durante la quale è stata benedetta l’acqua, nella quale è, poi, stato immerso il Cero, frutto del lavoro delle api e simbolo della nuova luce. Molti sono stati i simboli di questa Celebrazione, che è la più importante di tutto l’anno liturgico, in quanto racchiude la memoria di tutti i sacramenti. Al termine della solenne benedizione, impartita per mano dell’Arciprete, i presenti hanno potuto scambiarsi gli auguri pasquali.
I fedeli se ne sono andati con la certezza di aver veduto compiersi qualcosa di grande e di aver sentito il vero dolce profumo della Risurrezione che già, quella volta, fu sentito dalle donne al Sepolcro. Pasqua è rivestirsi dell’Amore del Signore, che ha dato la vita per ognuno di noi, per essere capaci di diffondere nel mondo la luce e la fragranza di una Vita spesa per i fratelli.

SS - 6.jpg
freccia indietro bianca.jpg
SS - 9.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Social

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle