Settimana

Santa

Galleria

Pasqua

di Risurrezione

21.04.2019

"Quello che abbiamo udito, quello che abbiam veduto, quello che abbiam toccato dell’amore infinito l’annunciamo a voi.”
Non basta sentire, vedere e toccare il mistero della Risurrezione, occorre anche annunciarlo, affinché altri fratelli possano sperimentare la gioia piena nel Signore. Annunciare non significa solamente raccontare quanto vissuto, ma anche testimoniarlo con i fatti: non basta parlare, bisogna agire. È questo ciò a cui sono chiamati i cristiani, non solo nel giorno di Pasqua, ma ogni momento della loro vita.
Dopo tre giorni di rabbia, di scoraggiamento, di dolore e di morte, la mattina di Pasqua si apre con una corsa. Non è una corsa affannosa o faticosa, ma un cammino curioso e speranzoso verso la novità. I due apostoli corrono senza sapere cosa li aspetti. Il discepolo che Gesù amava è più veloce di Pietro, ma riconosce in lui l’autorità che lo fa fermare sulla porta del sepolcro ad aspettarlo. I due videro e credettero, ad altri bastò solamente udire, mentre ad altri ancora servì anche toccare: ognuno ha tempi e modi diversi per riconoscere il Risorto, eppure Lui aspetta ciascuno, senza fretta.
Ancora oggi, la Chiesa intera corre verso il suo Signore, che la attende con le braccia spalancate dal suo trono di legno. Anche la comunità tellina si è messa in cammino per vivere la solenne Celebrazione della Pasqua di Risurrezione, domenica 21 aprile. La liturgia ha preso avvio alle ore 10.30 nella collegiata di Sant’Eufemia con la processione, dal fondo della chiesa, della Confraternita, dei ministranti e del celebrante. Dopo i riti introduttivi, è stata proclamata la Parola del Signore, che ha incluso la Sequenza Pasquale. A seguire, don Flavio ha meditato sul significato profondo della Pasqua e poi si è tenuta la Liturgia Eucaristica. Al termine, l’Arciprete ha impartito la benedizione, ricordando a ciascuno il suo impegno nella testimonianza e nell’annuncio del Signore Risorto.
In questo Triduo sono stati necessari tutti i cinque sensi umani per giungere a comprendere che a Pasqua tutto ha un senso: l’amore infinito di Gesù ha trovato compimento sulla croce e Lui ha dato di nuovo la sua vita affinché ognuno, ricambiando il suo sguardo d’Amore, possa essere salvato.
Buona Pasqua del Signore!

SS - 10.jpg
freccia indietro bianca.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Social

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle