Incontro

ragazzi e genitori

e riconsegna Cero

02.05.2019

Una regola di vita serve per non trovarsi, prima o poi, con una vita “sregolata”.
È per questa ragione che giovedì 2 maggio, i gruppi di ragazzi che si stanno preparando a ricevere i Sacramenti si sono riuniti presso la chiesa di S. Eufemia, per riflettere sul valore dei doni che riceveranno e per comprendere l’importanza di darsi delle regole nella vita.
Per i bambini di 4° elementare, la tappa importante del loro cammino di fede sarà la Festa del Perdono, mentre per quelli di 5° elementare saranno la Confermazione e la prima Eucaristia.
L’incontro di preghiera, che li ha riuniti insieme ai rispettivi genitori, ha posto al centro la proclamazione del Vangelo delle nozze di Cana, episodio nel quale, tutto ad un tratto, nel mezzo di una festa, viene a mancare il vino, fonte di gioia. Don Flavio, riflettendo su questo brano, ha sottolineato che nella vita di ciascuno non può mancare la gioia: «Il problema sta nello stabilire cosa si intende per gioia. Spesso, si crede che gioia significhi possedere tante cose, possibilmente quelle di ultima generazione. Dopo un po’, tuttavia, esse stancano».
Al termine del commento, i presenti sono stati invitati ad un gesto: posizionare un mattoncino davanti ad una delle quattro categorie di soggetti indicati, in quello in cui più si identificavano. I personaggi proposti erano: “Santino”, ovvero colui che non sbaglia mai e che crede che siano sempre gli altri a farlo; “Vodafone”, ovvero colui che pensa che prima venga lui, poi gli altri; “Sailamenta”, ovvero colui che brontola sempre; “Nontifidardime”, ovvero colui che prima loda il prossimo e poi lo tradisce.
Terminata la riflessione, don Paolo, che ha presieduto la preghiera, affiancato da don Remo e don Flavio, ha invitato i genitori dei cresimandi, a consegnare una candela ai loro figli. In questo modo hanno ricordato il cero ricevuto il giorno del Battesimo e lo hanno simbolicamente trasmesso ai figli affinché ora, divenuti grandi, siano loro a scegliere autonomamente di testimoniare la fede nel Signore.
La serata si è conclusa con la professione di fede e la solenne benedizione. Ognuno è tornato a casa con un triplice impegno: pregare di cuore una volta al giorno, incontrare Gesù nell’Eucaristia Domenicale una volta alla settimana, confrontarsi o confessarsi con un sacerdote una volta al mese. Gioia è sapersi dare delle regole di vita spirituale!

freccia indietro bianca.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle