Professione

di Fede

ragazzi delle

medie

04.05.2019

“Si è grande quando si smette di giocare e si inizia a giocarsi”.
Non è facile diventare grandi e ancor meno facile è diventare grandi nella fede. Nonostante le tante difficoltà e qualche incidente di percorso, tuttavia, i ragazzi di prima media stanno provando a crescere nella vita e nel loro rapporto con il Signore.
È per questa ragione che sabato 4 maggio si sono ritrovati nella chiesa del Sacro Cuore di Tirano, per svolgere il rito della Professione di Fede. Alcuni giovani del vicariato, tra cui il gruppo tellino, hanno accettato questo invito e si sono messi in gioco per tutta la serata. A loro è stato chiesto, innanzitutto, di animare l’incontro di preghiera, compiendo alcuni gesti significativi.
Il momento di riflessione, infatti, si è articolato in quattro differenti tappe. Nella prima è stato ricordato il Sacramento della Confermazione, vissuto dai ragazzi lo scorso anno, durante il quale lo Spirito Santo è sceso nei loro cuori infiammandoli di amore. Nel secondo momento è stata fatta memoria del Battesimo, tramite il gesto dell’aspersione. Nel terzo, invece, è stato rimembrato il Sacramento della Riconciliazione attraverso il simbolo di un puzzle: esso può sempre essere ricostruito anche dopo una rottura e, allo stesso modo, può essere sempre ricostruita l’amicizia con il Signore dopo aver commesso peccato. Infine, nel quarto momento è stata rivissuta l’Eucaristia, nel gesto del pane spezzato e condiviso tra tutti i presenti. Al termine di questi significativi istanti, i ragazzi hanno professato la loro fede, rispondendo affermativamente alle domande poste loro dal celebrante: i giovani si sono impegnati a continuare con gioia il cammino intrapreso lo scorso anno con la celebrazione della Cresima e della Prima Comunione, promettendo di essere fedeli all’Amico Gesù. Come simbolo di questo rapporto intimo è stata consegnata loro una chiave, strumento con il quale sono chiamati ad aprire i tesori nascosti nei loro cuori al fine di dischiuderli a Dio e ai fratelli.
La serata, presieduta da don Paolo Busato, vicario foraneo di Tirano, e concelebrata da don Nicola Schivalocchi, don Tullio Schivalocchi e don Flavio Crosta, si è conclusa con un momento di convivialità nell’oratorio adiacente la chiesa, alla presenza dei ragazzi, dei loro genitori e delle loro catechiste.
Ciascun presente, grande e piccolo, è, poi, tornato a casa con la consapevolezza che nella vita è necessario giocarsi e spendersi per gli altri per essere davvero grandi uomini.

freccia indietro bianca.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle