Solennità

Santissimo

Corpo e Sangue

del Signore

23.06.2019

“Bisogna prendere l’abitudine di non abituarsi a niente”.
La festa del Corpo e del Sangue del Signore ricorda a ciascun cristiano che nella vita non ci si deve mai abituare a nulla, altrimenti si rischia di ridurre ogni singolo istante ad una mera ripetizione di gesti e azioni usuali.
«Il Corpus Domini è la festa della gioia, non dell’abitudine» ha ricordato don Flavio nell’omelia di sabato sera e di domenica mattina. Questa celebrazione, infatti, risveglia le coscienze dei fedeli e scuote i loro cuori addormentati, richiamandoli alla fame di Vita e di Amore. Il Vangelo di questa solennità ha ricordato l’episodio della moltiplicazione dei pani e dei pesci, dove l’aspetto che si vuole sottolineare non è tanto l’evento miracoloso compiuto dal Signore, quanto la disponibilità dei discepoli a condividere il poco che avevano, affinché il Maestro lo facesse diventare “molto”. Per questa ragione i cristiani, soprattutto quelli di oggi, sono chiamati a non lasciarsi prendere dall’egoismo e dall’abitudine, ma a mettersi in gioco sempre per condividere con gli altri il pane quotidiano fatto di gesti, di sguardi, di parole e di tempo dedicato ai fratelli.
A Teglio, i fedeli hanno voluto spendere del tempo per il Signore: sabato sera, adorando l’Eucaristia prima della Messa delle ore 18, e domenica mattina, portando Gesù Eucaristia lungo le strade del paese, spargendo petali di fiori al suo passaggio e intonando canti nel suo nome. La processione si è tenuta al termine della Celebrazione Eucaristica delle ore 10.00 di domenica mattina e ha coinvolto la Corale di Sant’Eufemia, la confraternita, i ministranti e un nutrito gruppo di fedeli e bambini. Al termine della processione, i presenti sono tornati nella collegiata, dove l’arciprete ha impartito la solenne benedizione eucaristica.
Certamente, queste due giornate di preghiera hanno richiamato i fedeli al problema evidenziato da Madre Teresa di Calcutta alcuni anni fa: mentre le città orientali muoiono di fame, le città occidentali muoiono di fame d’amore. È importante accorgersi della mancanza di amore presente anche nelle famiglie e nei gruppi delle nostre comunità, affinché ciascuno, sfamandosi con il Pane Eucaristico sia capace di offrire tempo, gesti e parole ai fratelli per sfamare la loro fame di amore.

freccia indietro bianca.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle