Epifania

del Signore

06.01.2020

“Che cosa sarebbe la vita se non avessimo il coraggio di correre dei rischi?”.
Il racconto del Vangelo dell’Epifania presenta le figure dei Magi come uomini capaci di assumersi dei rischi: soprattutto quello di partire senza sapere dove andare e chi trovare. I Magi partirono appena videro la stella spuntare, fiduciosi che il cielo li guidasse dal Re dei Re. Nonostante siano stati tra gli ultimi a giungere ad adorare il Bimbo di Betlemme, essi hanno mostrato al mondo che non è mai troppo tardi per avvicinarsi alla Salvezza.
In questa Epifania, questi grandi saggi ricordano a ciascuno l’importanza del cammino e del rischio: con Gesù non si resta mai delusi. Per questa ragione, anche i fedeli tellini hanno voluto omaggiare il loro Signore, non con oro, incenso e mirra, ma con la loro presenza alla Liturgia Eucaristica. Alle ore 17.00 di domenica 5 gennaio la solenne Celebrazione ha preso avvio nella collegiata di Sant’Eufemia, dopo che il corteo dei re magi e della sacra famiglia si è spostato dalla chiesa di San Pietro alla principale. La liturgia, celebrata da don Flavio, è stata animata dalla confraternita e dai ministranti. Durante l’offertorio sono stati portati all’altare i doni del Pane e del Vino, trasformati poco dopo in Corpo e Sangue di Cristo. Al termine della solenne benedizione finale, i fedeli hanno omaggiato il Bambinello con un bacio, portando a Lui tutte le loro gioie e preoccupazioni. A seguire, i presenti si sono spostati sul sagrato della chiesa per accogliere l’arrivo della Befana e condividere un momento di festa insieme, preparato dal gruppo Alpini di Teglio.

freccia indietro bianca.jpg

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
Telegram.png
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle