Quarto puzzle

Rinati a vita nuova

RID - Immagine (4) - Ceneri.jpg

Mi ri-connetto

Il Signore mi ha parlato

dal libro dell'Esodo (17,3-7)

dal Salmo 94

dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani (5,1-2.5-8)

dal Vangelo secondo Giovanni (4,5-42)

RID - Immagine (4) - Ceneri.jpg

Agisco

Signore, nell’acqua del Battesimo sono rinato a vita nuova.

Tu sai cosa abita nel mio cuore

e sai bene che, in fondo, cerco Te nella mia vita:

fa’ che Ti riconosca presente dove vivo ogni giorno.

 

Ringrazio chi mi vuole bene sul serio.

RID - Immagine (4) - Ceneri.jpg

Mi collego

Si narra che un giorno venne ad abitare nella foresta una famiglia di ricci. Le bestiole trascorsero l'estate divertendosi sotto gli alberi, giocando a nascondino tra i fiori, dando la caccia agli insetti e dormendo di notte sul soffice letto del muschio. Un'estate bellissima.
Un mattino videro tante foglie secche ai piedi degli alberi: era l'annuncio dell'autunno. La temperatura si abbassò, gli alberi si spogliarono e ben presto cominciarono i rigori dell'inverno. La notte soprattutto faceva tanto freddo. I poveri ricci tremavano e non riuscivano a chiudere occhio.
Videro che gli uccelli si tenevano caldo l'uno con l'altro, anche i conigli e le marmotte e le talpe. Fu così che decisero di stringersi l'uno accanto all'altro per riscaldarsi. Fu un'esperienza traumatica: si ferirono l'uno con l'altro con i loro aghi. Per un po' stettero lontano gli uni dagli altri, ma alla lunga decisero di tentare di nuovo di avvicinarsi. Questa volta con dolcezza, ritirando i loro aculei e cercando la posizione giusta per non pungersi. Ci riuscirono.
Le notti continuavano ad essere lunghe e fredde, ma ora, insieme, erano in grado di ottenere un minimo di calore e di poter dormire.

RID - Immagine (4) - Ceneri.jpg

Leggo

freccia indietro bianca.jpg