Campo

Animatori

Ravenna

“E per quanto sia difficile spiegare, non è importante dove, conta solamente andare”
Andare, viaggiare, scoprire. Partire con le convinzioni di sempre e tornare con certezze nuove. Camminare con le gambe, ma soprattutto con il cuore; non verso qualcosa ma Qualcuno. Fare non una camminata, ma percorrere il Cammino: la meta è la gioia piena.

lunedì 21

giovedì 24

È questa l’esperienza vissuta da un nutrito gruppo di animatori che lunedì 21 agosto si è messo in strada con destinazione Ravenna. I partecipanti erano 26, compreso don Flavio e alcuni educatori.
Quattro giorni li hanno portati a scoprire lo splendore di una città tanto antica quanto attuale, ma soprattutto il piacere di stare insieme e la bellezza dell’amicizia. Quattro giorni per lasciare a casa malumori e discussioni e per aprirsi alla ricchezza della diversità. Quattro giorni semplicemente per vivere e non vivacchiare.
Durante la prima giornata di viaggio i chilometri percorsi e le ore trascorse sui pullmini sono state molte, ma la stanchezza non si è fatta sentire perché la compagnia prevaleva sul resto. Una volta giunti in riviera, il mare e la spiaggia attendevano i pellegrini, che subito si sono lanciati in acqua. La sera, invece, è stato tempo di scoprire la città di Ravenna sotto le stelle.
Il giorno seguente il gruppo ha speso il suo tempo all’insegna dell’allegria presso il parco divertimenti di Mirabilandia: tra discese ardite e risalite, le montagne russe non hanno spaventato nessuno. Qualcuno, tuttavia, è stato messo alla prova nella casa degli orrori, dove urla e terrore regnavano sovrani e sovrastavano il resto. In serata, dopo la cena in hotel, ognuno ha potuto rilassarsi giocando a carte o a pallavolo, o semplicemente chiacchierando un po’.
La terza giornata si è aperta con una preghiera comunitaria, immersa nella bellezza del Creato: i ragazzi hanno recitato insieme le lodi, proprio in riva al mare. In seguito ognuno ha trascorso mattina e pomeriggio in spiaggia, godendosi l’ambiente marittimo e assaporando il gusto della felicità nella fraternità. La sera, di nuovo, il fascino della città notturna ha stregato i viaggiatori.
Durante il quarto ed ultimo giorno è stato tempo di ritorno e così il gruppo, che in mattinata ha potuto visitare ed apprezzare alcuni importanti monumenti e chiese di Ravenna, rinomata in particolare per i suoi affascinanti mosaici, si è messo in cammino verso casa. Durante la cena vi è stata ancora una volta l’occasione di trascorrere del tempo insieme, condividendo gli ultimi istanti di un viaggio spettacolare.
Al termine di questa avventura ognuno ha osato dire semplicemente una parola: grazie. Una sola parola perché altre sarebbero di troppo; una sola perché è l’unica che riesce a dirne altre cento.
Grazie semplicemente perché ognuno c’è stato, c’è e continuerà ad esserci. Grazie perché a volte un sorriso è capace di illuminare più della luce del sole. Grazie perché le lacrime di gioia fanno fiorire i deserti dell’anima.
Stare insieme significa anche “casa”, perché il pellegrino non è lontano da casa, trova casa in chi lo accoglie.

Parrocchia S. Eufemia

Collegamenti utili

Via Roma, 3

23036 Teglio (Sondrio)

Tel. e Fax: 0342 780101

Email: parrocchiaseufemia@gmail.com

WEB: www.parrocchiateglio.com

Social

  • facebook-square
  • Twitter Square
  • YouTube - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle